Wallay

Il film

Berni Goldblat, Francia, Burkina Faso, Qatar, 2017, 84’

Attraverso i canoni del romanzo di formazione Wallay racconta la ricerca di identità di Ady, un adolescente ribelle di seconda generazione, cresciuto nei sobborghi di Lione. Il suo è un percorso di iniziazione in cui molti potranno riconoscersi. Ady, tredicenne della banlieu francese è abituato a gestire la propria vita senza tenere troppo conto delle regole e del rispetto per gli altri. Si procura le cose che gli piacciono attraverso piccoli traffici a volte illeciti. Il padre non riesce ad ottenere obbedienza da lui e, anche a causa di difficoltà economiche, decide di mandarlo per un periodo dallo zio Amadou, in Burkina Faso. Il ragazzo accetta di buon grado perché considera il viaggio nel suo paese di origine come un’avventura, ma, una volta giunto, si ritrova a fare i conti con un altro mondo: la vita nel villaggio è dura, non vi è acqua corrente e l’elettricità solo di notte. Ady si scontra subito con il rigore dello zio, con le regole stabilite e il senso dell’onore che regola la vita della comunità. Dovrà affrontare delle prove che lo faranno crescere e troverà nell’affetto caldo e sincero della nonna paterna l’aiuto necessario a modificare il suo carattere e ad imparare il rispetto degli altri

Premi

Selezionato nel 2017 dal Festival di Berlino, nella Sezione Generation Kplus, vincitore del Premio speciale Polis srl al Festival del cinema africano di Milano nel 2017

Temi

Rapporti intergenerazionali, rispetto delle regole, formazione

Il regista

Nato nel 1970 in Svezia, Berni Goldblat vive e lavora tra la Svizzera e il Burkina Faso. Ha diretto, prodotto e distribuito film dal 1999, principalmente documentari realizzati in Africa occidentale. È stato co-fondatore di Cinomade nel 2000, un’associazione nel Burkina Faso finalizzata alla creazione e alla diffusione di strumenti di sensibilizzazione sull’audiovisivo. Nel 2006 fonda la casa di produzione LesfilmsduDjabadjah, anch’essa in Burkina Faso. Il suo documentario Ceux de la Colline è stato presentato in oltre 50 festival internazionali. È anche un formatore ed è stato membro della giuria degli African Movie Academy Awards per dieci anni. Tra i suoi lavori ricordiamoDoni-doni b’an bela (2001); Ceux de la colline (2009);CinéGuimbi souvenir (2015); e nel 2017 Wallayè il suo debutto nel lungometraggio di finzione.

Giovedì, 22 marzo          Casalecchio di Reno, ore 16,00 Casa della Conoscenza – Biblioteca Pavese

Martedì 27 marzo           Cinema Odeon, ore 9,30

Condivisioni 7