FUORI CONCORSO

DIPENDE DA TE    Spot contro le dipendenze

Coordinamento tecnico a cura di Marcello Bonini; Regia, Sceneggiatura, Fotografia, Montaggio:  a cura di Giada Cameriere, Matteo Carelli, Leonardo Melchiorri, Alice Patacconi,  Silvio Stangarone; Produzione e distribuzione: Associazione “Gli Anni in Tasca. Il Cinema e i Ragazzi”, in collaborazione con la Tavola delle Donne;  Progetto realizzato nell’ambito di “Fuori dall’ angolo in Santo Stefano”, capofila Ass. Cult. Youkali APS – Bando Regione Emilia Romagna 699/2018, Finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di cui agli artt. 72 e 73 del D. Lgs. n. 117/17,  Italia, 2019, 2’ 

Il progetto finalizzato alla realizzazione, da parte di un gruppo di studenti universitari, di uno spot contro le dipendenze ha visto al lavoro ragazze e ragazzi estremamente impegnati e coinvolti, che, pur non conoscendosi in precedenza, ha saputo interagire e operare collegialmente, nel rispetto delle diverse opinioni e competenze. Un primo blocco di incontri è consistito in lezioni nelle quali, attraverso il dialogo, si sono analizzate tutte le fasi della produzione audiovisiva (il linguaggio cinematografico, la pre-produzione, la sceneggiatura, la regia, la fotografia). In questo contesto è stato possibile riflettere collettivamente, rielaborando i risultati emersi dai Focus group tenuti precedentemente dalla Tavola delle donne, sulle dipendenze che affliggono molti giovani loro coetanei, cercando poi di capire quale linguaggio cinematografico fosse più idoneo a comunicare con loro. Lo spot è frutto della creatività e dell’impegno di questi giovani autori.


INHIBITUM

Regia, Sceneggiatura, Animazione, Montaggio, Suono : Atelier Collectif (70 artisti coordinati da William Henne); Voce narrante: Hervine de Boodt; Produzione: : Zorobabel von il sostegno del Centre du Cinéma et de l’audiovisuel de la Fédération Wallonie-Bruxelles, del settore Centre d’Expression et de Créativité de la Fédération Wallonie-Bruxelles et della Cocof, Belgio, 2016, 7’ 40’’  

La proiezione di questo cortometraggio è resa possibile grazie alla collaborazione con il Festival Ka – Nuovo immaginario migrante – Ancona

Nel XX secolo, 5 importanti invenzioni furono scartate: il nylon resistente, l’Aerotrain, la sigaretta sicura, il motore ad acqua e la biorisonanza. L’abbiamo proprio scampata bella! Quanta amarezza si nasconde dietro l’ironia del racconto…

L’ATELIER COLLECTIF  è un luogo di formazione dedicato all’animazione, riunisce non professionisti  attorno a progetti di cortometraggi di animazione realizzati in team. Tutte le decisioni vengono prese collettivamente dalla sceneggiatura all’audio. Questi film sono realizzati con mezzi professionali. Hanno collezionato una ventina di premi (Bruxelles, Francia, Russia, Portogallo, Giappone, ecc.). Inhibitum è il diciassettesimo progetto dell’ Atelier Collectif. 


BECOMING LEV

Regia: Jamillah van der Hulst & Thomas Roos  ; Fotografia: Thomas Roos ; Montaggio: Thomas Roos & Rens Lelieveld ; Musica: Ayu Lestari, Kralycya & Alina Olkhovska. Olanda, Ucraina, 2019, 17’ 

Il film è stato girato  a Kharkiv (Ukraina) e Rotterdam (Olanda)   

Il cortometraggio Becoming Lev racconta, con ammirevole delicatezza, la storia di Valerii, un ragazzo di Kharkiv, in Ucraina. Valerii ha un sogno: diventare un calciatore professionista proprio come Evgeniy Levchenko (LEV). Ci vuole dedizione, passione e l’appoggio familiare per raggiungere questo obiettivo. Valerii ha avuto un’infanzia difficile, ma, grazie alla sua famiglia affidataria, è in grado di sognare di nuovo. La produzione di Becoming LEV è stata resa possibile grazie a una collaborazione unica tra molte organizzazioni e individui, guidata da JaJa Film Productions e Breath Care for Kids, con l’obiettivo di raccontare una storia toccante sull’importanza della famiglia, il diritto di giocare e gli obiettivi futuri per i bambini piccoli.

JAMILLAH VAN DER HULST  è nata in Olanda nel 1978 e si è laureata in Marketing presso la facoltà di Scienze applicate dell’Università di Amsterdam. Dopo aver lavorato come responsabile del marketing e comunicazioni per ONG internazionali, ha deciso di spostare la sua attenzione sul cinema. Nel 2012 Jamillah ha fondato la JaJa Film Productions. Ha lavorato come produttrice di lungometraggi e documentari. In seguito ha deciso di dedicarsi personalmente alla regia. Dopo aver diretto alcuni film di 1 minuto e la serie di documentari Women with a Mission, che è stata trasmessa da TLC, nel 2018 ha girato il suo primo lungometraggio Fightin for peace che ha vinto il  “Peace and Sport Documentary Prize”  ai prestigiosi SPORTEL Awards di Monaco e la “Ghirlanda d’onore” allo Sport Movies & TV – Milano International FICTS Fest.

THOMAS ROSS, dopo la laurea a Rotterdam, si è trasferito in Svezia. Lì ha ottenuto un  Master in economia e commercio. All’età di 22 anni ha deciso di dedicarsi al cinema e ha iniziato a produrre, dirigere e girare vari video musicali, spot pubblicitari e cortometraggi. Le sue capacità documentarie sono state scoperte da VSO, una ONG internazionale, e quindi Thomas ha iniziato a svolgere incarichi in tutto il mondo, coprendo progetti di aiuto allo sviluppo in paesi come Nepal, Cambogia ed Etiopia. Il suo lavoro è stato la base per la raccolta fondi annuale di campagne trasmesse anche su canali televisivi olandesi e britannici. Nella sua regia e nel lavoro di  autore Thomas mette al primo posto l’aspetto umano.