Vincitori della categoria “Lungometraggi” per la Giuria dei Ragazzi

La Giuria delle ragazze e dei ragazzi del festival Youngabout  ha scelto di premiare questi lungometraggi, assegnando loro tre Targhe Premio

 

LUNGOMETRAGGI:

Miglior film:

Butterfly Kisses


Una delle prime cose che, guardando questo film, ha colpito la giuria è stato l’uso del bianco e nero che accresce il senso d’angoscia, grazie anche al climax ottenuto dalla colonna sonora. Si ha una narrazione cruda ed essenziale che non cade nella banalità, in particolar modo nella scena clou della violenza lasciata all’immaginazione con l’uso della camera fissa. Grande attenzione è stata data ai dettagli, come quello del cavallo, simbolo del male, della cattiva strada, presente alla festa, nei disegni della bambina; tutti indizi che hanno contribuito alla costruzione del momento topico.

 

Miglior film per ragazzi:

Jasper Jones

Una storia del passato per raccontare, con grande delicatezza, temi ancora molto attuali: il razzismo, l’intolleranza, l’ipocrisia degli adulti e, per contrasto, il coraggio dei ragazzi, la loro ingenuità e spontaneità e il desiderio di cambiare, in meglio, le cose.

 

Menzione per il montaggio:

Dancer

La giuria vuole assegnare al documentario Dancer una menzione speciale per il montaggio, perché la fluidità e l’intelligenza nel mettere in relazione le varie sequenze  ci ha permesso di immergerci nella narrazione quasi fosse un film di fiction e non un documentario (genere un po’ ostico per alcuni di noi). È anzi esaltata la figura di Sergei come punto focale, con una particolare attenzione all’angoscia del grande danzatore derivante dalla pressione agonistica e dal peso delle responsabilità per il ruolo di primo ballerino del Royal Ballet a soli diciotto anni.

 

 

 

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *